Stupito dall’assistenza di Epson

La mia stampante Epson Stylus Photo R300 è in grado di stampare anche sui Cd: per farlo è necessario utilizzare un vassoio su cui adagiare il disco. Essendo un pezzo separato, non è così improbabile perderlo (soprattutto se per casa gira una solerte suocera ansiosa di fare ordine).
Come recuperarne uno nuovo? Vado sul sito italiano di Epson e compilo la form di richiesta, indicando unicamente nome cognome e indirizzo di posta elettronica (per gli altri campi obbligatori inserisco, come di consueto, un finto testo: se devo chiedere una semplice informazione, infatti, non vedo alcun motivo di comunicare anche dove abito).

Ho smarrito il supporto di plastica necessario a stampare su Cd. E’ disponibile da acquistare separatamente? Se si, dove?
Saluti
Nicola Mattina

Dopo un paio di giorni, Epson mi risponde con un messaggio che mi lascia interdetto:

Gentile Cliente,
In merito alla sua richiesta le chiediamo di confermarci i dati anagrafici e il domicilio, quando riceveremo la risposta provvederemo alla spedizione del supporto cd.
Rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Per eventuali risposte Le chiediamo di lasciare la traccia delle comunicazioni precedenti.
La preghiamo gradire i nostri migliori saluti.
Epson Italia spa
Servizio Clienti

Chiedo conferma del fatto che mi avrebbero mandato il vassoio per la stampa cu Cd gratuitamente e fornisco il mio indirizzo. Lo stesso giorno, Epson mi risponde ribadendo la spedizione:

Gentile Cliente,
Come indicato nella mail precedente, le confermiamo la spedizione del supporto cd.
Rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Per eventuali risposte Le chiediamo di lasciare la traccia delle comunicazioni precedenti.
La preghiamo gradire i nostri migliori saluti.
Epson Italia spa
Servizio Clienti

Dopo qualche giorno arriva una busta gommata con il vassoio. Sono stupito! E’ la prima volta che un servizio assistenza non mi crea un nuovo problema rispetto a quello per cui è stato interpellato. In più, occorre sottolineare che l’azienda non era affatto tenuta a fornirmi gratuitamente un pezzo che io avevo smarrito.
Volendo essere pignoli, posso solo suggerire a Epson di migliorare la qualità della comunicazione: i testi potrebbero essere più curati nella forma; si potrebbero aggiungere ulteriori informazioni sulle policy che l’azienda segue in questi casi; i messaggi potrebbero essere formattati in modo più leggibile. Errori veniali in questo caso: l’importante è il risultato.

1 comment

  • ci stavamo scervellando su un certo rocco grasso della epson.. grazie di aver pubblicato questa email! quelli della epson dicevano che non esisteva!

By Nicola Mattina