Pierferdinando Casini e i commenti censurati del blog

La comunicazione online di Pierferdinando Casini è formalmente molto ben fatta, con tanto di account su Friendfeed. Però rimane una comunicazione molto tradizionale con evidente aspirazioni agiografiche, appena più sobria di quella di Silvio Berlusconi. Se si ha la voglia di scorrere il blog per esempio, non si trova un solo commento fuori posto, sono tutti entusiasti, tutti vicini a Pierferdy, tutti in estatica adorazione.
In questo idilliaco scenario, mi sono permesso di postare un commento per chiedere quale fosse la posizione ufficiale dell’Udc dopo che Salvatore Cuffaro è stato condannato in appello per favoreggiamento alla mafia. Ho postato un primo commento alcuni giorni fa e un secondo stamattina con lo stesso argomento. Beh, immagino che non vi stupirete di sapere che i commenti non sono stati neanche pubblicati. Il secondo recita così:

Caro Casini,
mi spiega come mai fa tanto lo schizzinoso con Nichi Vendola che – almeno a quanto dicono – ha dimostrato di saper ben governare e poi non esista ad accogliere nel suo partito personaggi come Cuffaro?
Non pensa che sarebbe necessario prendere una seria posizione nei confronti di una persona condannata in secondo grado per favoreggiamento alla mafia?

Io credo che una questione del genere meriti una risposta. L’immagine di seguito mostra il mio commento ancora in moderazione:

casini_puglia

5 comments

By Nicola Mattina