Le sottoscrizioni taroccate del ministro Brambilla

Oggi vanno molto di moda le sottoscrizioni online: se ne fanno per tante cause a partire dagli appelli politici. Il ministro Brambilla non si è sottratta alla tentazione che negli ultimi mesi si è lanciata in una campagna animalista supportata dal sito La coscienza degli animali, dove raccoglie firme. Il problema è come:

Il video è eloquente: non c’è alcun controllo sul meccanismo di sottoscrizione, neanche una banalissima verifica delle email. Inutile dire che neanche un giornalista si è preso la briga di verificare come venga fatta la raccolta.

By Nicola Mattina