Categoryitaliano

Dog-Shit-Girl: questione di responsabilità

Dog-Shit-Girl è una ragazza coreana che ha avuto la pessima idea di non raccogliere gli escrementi che il suo cagnolino aveva prodotto in un vagone della metropolitana rispondendo in modo piuttosto maleducato a chi le aveva chiesto di pulire (vedi Don Park). Fin qui potrebbe trattarsi di un episodio di ordinaria maleducazione (evidentemente non sono solo i proprietari italiani a pensare che sia...

Toni Muzi Falconi su etica e Rp

Pubblico con piacere una replica di Toni Muzi Falconi al post in cui ho messo decisamente in discussione il suo approccio all’etica delle relazioni pubbliche citando come esempio il suo ventennale impegno a favore dei produttori di tabacco. Era difficile poter inventare a tavolino un caso più interessante di dilemma etico personale, professionale ed organizzativo inconsapevolmente prodotto...

Florence Castiglioni su etica e Rp

Pubblico con piacere una replica di Florence Castiglioni al post in cui l’ho tirata in ballo in quanto responsabile del Centro di Documentazione e Informazione sul Tabacco per quindici anni. Inopinatamente tirata in ballo da Nicola Mattina, ritengo giusto esprimere la mia opinione. Non mi considerando persona immorale eppure non ho mai dovuto superare dilemmi etici nel mio lavoro per i...

Etica delle relazioni pubbliche

L’etica è uno degli argomenti più gettonati dal sito della Ferpi (Federazione relazioni pubbliche italiana): secondo Google la parola etica vi compare ben 733 volte. La settimana scorsa, Toni Muzi Falconi ha proposto alcune considerazioni sull’argomento chiedendo agli utenti del sito di contribuire con i propri commenti (che, sfortunatamente, devono essere inviati per posta elettronica, giacché...

Beatrice nel bosco

Per la prima volta in vita mia sono ottimista sulla possibilità di potenziare i bicipiti. Beatrice, che compirà tre mesi il 25 giugno, pesa ormai più di 4 chili e mezzo e ama essere portata a spasso in braccio. Come resisterle! L’importante è tenerla in modo che possa guardarsi attorno perché, quando le si preclude la vista sul mondo, la protesta è immediata e senza possibilità di mediazione...

Sogni d’oro

Quando si parla di Beatrice, è quasi automatico che qualcuno si informi sulla propensione al sonno della piccola e che si stupisca o si compiaccia quando rispondo che ha cominciato a dormire anche sei ore consecutivamente. Ecco la prova 😉

Telefonini che leggono i QR code

Il quadratino qui a fianco è un QR code, ossia l’evoluzione del tradizionale codice a barre, che possiamo trovare su qualsiasi prodotto. Il vantaggio di questo particolare tipo di codice bidimensionale risiede nel fatto che è in grado di contenere molte informazioni: fino 7.089 numeri oppure fino 4.296 caratteri ovvero fino a 1.817 ideogrammi kanji. Un normale barcode non supera generalmente i 20...

Dalla user experience alla baby experience

Beatrice ha già un mese e mezzo: sorride e rimane incantata per interi minuti davanti a una riproduzione del bacio di Klimt appesa in camera da letto 🙂 Interagire con una neonata è molto istruttivo. In generale ha dei bisogni molto precisi: fare la pappa, essere cambiata, essere cullata, dormire. A volte, però, accade qualcosa che sfugge alle conoscenze già acquisite e che va interpretato alla...

E’ nata Beatrice

Ieri, 25 marzo 2005, alle 13:25 è nata Beatrice (le ho scattato questa foto un paio di ore dopo il parto). Che tenerezza poterla tenere in braccio: è così minuta che sembra infinitamente delicata.

Il movimento dei 30-40enni

Gioia dedica un paio di pagine a VivereMilano, il blog di Cesare Fracca (38 anni) in cui l’autore parla di come i trenta-quarantenni possono “occuparsi meglio della propria città”. Nata a dicembre, l’iniziativa di Fracca sta raccogliendo sempre più consensi. Il produttore pubblicitario “alto, sicuro, carismatico, marito di una giovane attrice, proprietario di una...

I buoni maestri secondo Alberoni

Generalmente leggo con interesse e condivisione l’articolo di Francesco Alberoni sulla prima pagina del Corriere della Sera del lunedì. Sono rimasto invece stupito dal pezzo del 14 febbraio che inizia così: Come è difficile trasmettere i principi ed i valori. Se ne rendono conto i genitori che si sforzano di insegnare ai loro figli a volersi bene, a studiare, ad aiutare in casa e, quando...

Le lattine sono pericolose?

Sul Corriere dell Sera del 6 febbraio 2005, a pagina 10, compare un annuncio del Ministero della Salute (Dipartimento della prevenzione e della comunicazione – Ufficio del commissario ad acta) che così recita: Le bevande commercializzate in lattine la cui apertura avviene con dispositivo “stay on tab” o a linguetta rientrante, come il consumo di ogni altro alimento, richiede il...

Really Simple (Mobile) Surfing

America On Line cerca uno studente molto motivato per costruire un’applicazione java/brew, da istallare su dispositivi mobili, in grado di leggere dei feed rss: l’applicazione deve permettere all’utente di “navigare i feed più popolari di Aol e di ricevere delle notifiche sugli aggiornamenti più significativi direttamente sul proprio cellulare” (via Moco News e The...

Il cellulare a scuola

Fino a qualche tempo fa, in alcuni stati americani, portare un cellulare a scuola era addirittura reato: in Louisiana era teoricamente punito con una pena che poteva arrivare a trenta di giorni di carcere. Sembra assurdo, ma la fonte della notizia è il New York Times (via c|net news.com): gli americani non conoscono mezze misure! Adesso le scuole stanno allentando la presa e tollerano che gli...

Un messaggio per ogni occasione

Solidarietà. Un Sms ieri mi chiedeva di mettere una candela alla finestra per commemorare i bambini di Beslan. Oggi leggo sul Corriere della Sera che l’iniziativa è partita da Bologna e si è propagata rapidamente in tutta Italia attraverso le maglie di una rete sociale nazionale: sarebbe interessante analizzarne le caratteristiche. Protesta. La rete degli attivisti anti-Bush che ha popolato...

Bikes Against Bush

Joshua Kinberg ha organizzato un’originale protesta contro Bush nel corso della convention repubblicana di New York: ha inventato un congegno che permette di “stampare” sull’asfalto delle frasi ricevute dagli utenti del suo sito web. Nonostante la speciale stampante utilizzi una “vernice” a base di acqua e gesso che può essere lavata via o che comunque scompare...