Legacy Blog

Abuso di potere: il decreto che permetterà di annullare le elezioni

Mio padre Enzo lascia un commento a uno dei post che sto dedicando alla questione del decreto salvaliste e scrive:

Non mi sarebbe piaciuta per niente una competizione elettorale senza uno dei protagonisti principali. Non mi piace la soluzione trovata per sbloccare la siuazione, perché ci sono tutte le condizioni per un annullamento successivo delle norme varate con conseguente scioglimento dei consigli eletti irregolarmente.
Che problema c’è? risponderà qualche anima bella. Si farà un nuovo decreto, poi un altro, poi un altro ancora e via via non si sa fino a quando.
La strada maestra sarebbe stata quella del riconoscimento delle cappellate commesse, seguita da un incontro tra governo e tutte le forze politiche per trovare insieme una soluzione ragionevole e condivisa; sospensione della procedura elettorale, riapertura dei termini, rinvio della data di convocazione delle elezioni regionali.
Sarebbe stata comunque una soluzione eccezionale, ma avrebbe avuto il pregio della trasparenza, dell’assunzione di responsabilità, del rispetto comune delle regole.
Sembra impossibile, ma non ci vuole una grande sensibilità civile e democratica per convenire che le regole, pur nella loro umana imperfezione, sono sempre e comunque una garanzia per tutti. Ogni atto che tenda a piegarle a convenienze particolaristiche prima o poi ci si rivolta contro.

Per una volta 😉 sono del tutto d’accordo con lui. C’è un passaggio in particolare che trovo significato, ossia quello che dice che questo decreto di fatto pone le basi per annullare le elezioni dopo che si siano svolte. Qualsiasi giurista sostiene che si tratta di un atto incostituzionale e in tutta sincerità non mi sembra che vi siano particolari dubbi in merito.

A cosa serve una legge che nasce incostituzionale? A permettere di annullare le elezioni una volta che si siano svolte con o senza la partecipazione delle liste del Pdl. Ne parlavo oggi con un amico giurista con il quale abbiamo ipotizzato un paio scenari in cui, comunque vadano le cose (finanche nel caso di vittoria della Bonino con riammissione delle liste) alla fine sarebbe possibile annullare le elezioni e ricominciare tutto d’accapo. Cercherò di raccogliere maggiore informazioni su questo argomento: purtroppo le questioni di diritto sono complicate da analizzare e comprendere! Spero di riuscire a capire tutto e a spiegarlo su questo blog 🙂