Data Journalism made in Stanford

Qualche giorno fa Vittorio Zambardino segnalava un sito dell’Università di Stanford che parla di data journalism, ovvero delle opportunità di raccontare storie usando dati e grafici:

Dati che prendono vita, si visualizzano, si animano, proiettano, spiegano. E che creano nuove professionalità.
Lo segnalo perché è un tipo di giornalismo che può essere prodotto da giovani preparati, non inseriti nelle redazioni, e che potrebbe magari rappresentare una fonte di reddito per chi riesce a produrlo.

datajournalismClicca per allargare

La pagina contiene un video con un bel documentario di circa un’ora che esplora l’argomento da molti punti di vista. La cosa interessante è che, mentre il video va avanti, nella parte bassa dello schermo compaiono informazioni sulle persone intervistate piuttosto che sulle case history di cui parlano. Molto ben fatto 🙂

By Nicola Mattina