Legacy Blog

Il Quinto Potere: nasce l’associazione per i beni comuni digitali

Oggi Nova 24 pubblica un articolo di Jan Carlo De Martin dal titolo Il Quinto Potere in cui parla dell’Igf Italia e dove scrive:

Chi può dire la sua su come fondare, regolare e distribuire il potere su Internet? Praticamente tutti. Innanzitutto, gli Stati nazionali che, nonostante vengano dati per obsoleti da decenni, continuano a far sentire la loro voce, soprattutto se dietro hanno la popolazione e il peso economico di giganti come Cina, India e Brasile; le aziende, che plasmano molti aspetti della Rete e che in alcuni casi vorrebbero essere anche autorizzati a stravolgerla, come dimostra il dibattito sulla neutralità della rete. Poi la società civile in senso lato, che vede in Internet uno straordinario strumento per sorvegliare e, quando serve, aggirare i leviatani di cui sopra, ma anche e soprattutto per generare innovazione.

Segno dei tempi, perché in questi giorni abbiamo registrato un’associazione che si chiama proprio Il Quinto Potere e che lavorerà per rendere la pubblica amministrazione italiana più trasparente attraverso l’apertura dei dati e degli archivi. Faremo essenzialmente tre cose:

  • catalogheremo tutti i dati prodotti dagli enti pubblici e attualmente disponibili online, rendendoli facilmente raggiungibili attraverso un motore di ricerca;
  • in collaborazione con l’associazione openpolis, aiuteremo le pubbliche amministrazioni ad adottare la strada degli open data sul modello di quanto ha fatto il Piemonte;
  • in collaborazione con l’associazione Wikimedia Italia, aiuteremo gli enti pubblici a liberare nel pubblico dominio i propri archivi (testi, video, immagini, audio e via dicendo).

Cosa potete fare per contribuire?

  • lasciare un commento a questo post con le vostre opinioni, i vostri suggerimenti e magari dichiarando la vostra intenzione di aderire (avvieremo la prima campagna di adesioni a breve);
  • parlare dell’associazione Il Quinto Potere nei vostri blog.

Ovviamente saremo trasparenti in tutte le attività che faremo, a partire dallo Statuto che trovate di seguito.

Parlare di salute mentale, serenamente

Vi segnalo un progetto molto interessante: Serenamente, il magazine di psicologia che vuole rendere la salute mentale accessibile a tutti. Sul sito leggo che l’obiettivo