Legacy Blog

Persuadere suggerendo: i dissuasori di velocità

driver feedback sign I suggerimenti possono ottenere un effetto ottimale se sono proposti proprio al momento giusto. E’ una dinamica di cui discutevano già i retori greci quando parlavano di kairos, ovvero del momento opportuno per presentare il proprio messaggio.
Per esempio, oggi per educare i guidatori a rispettare i limiti di velocità, viene utilizzato un apparecchio che si chiama dissuasore di velocità (driver feedback sign) e che arricchisce un normale segnale di limite con un display che indica la velocità dell’auto che si sta avvicinando al cartello.
Quando una macchina è distante un centinaio di metri, il dispositivo elettronico calcola la velocità e la mostra in modo ben visibile al guidatore. A questo punto, chi guida la macchina può valutare se il suo comportamento è coerente (sta rispettando o meno il limite di velocità) ed eventualmente modificarlo (decelerare o mantenere la velocità costante).
Inventati negli Stati Uniti, questi prodotti si stanno diffondendo anche sulle strade e autostrade italiane. A dispetto della loro popolarità e del fatto che molti specialisti ne apprezzano l’efficacia, non sono riuscito a trovare statistiche e rilevazioni che rendano conto di quale sia la reale diminuzione di infrazioni. A questo proposito ho chiesto ulteriori informazioni alla 3M che li produce e che a loro dedica una sezione del sito ufficiostrade.net.