Legacy Blog

Valerio Staffelli si occupa dell’assistenza Acer

Anche Valerio Staffelli si occupa dell’assistenza di Acer. Questo il servizio pubblicato sul sito di Radio 24:

Ad Aprile del 2005, Raffaele da Roma acquista un computer portatile Acer del valore di mille e trecento euro. Dopo solo tre mesi, il notebook si spegne all’improvviso senza dare più segni di vita e viene portato al centro assistenza autorizzato per la riparazione in garanzia. Passati i dieci giorni entro i quali l’azienda garantisce la consegna del prodotto riparato, Raffaele chiama il centro assistenza per avere notizie del suo portatile e scopre che sono ancora in attesa dell’invio di una nuova scheda madre dalla sede centrale. Raffaele si mette dunque pazientemente in attesa del suo portatile ma, dopo due mesi, stanco di aspettare, si rivolge ad Al Vostro Posto.
L’indagine di Valerio Staffelli prende il via da una telefonata, nei panni dell’ascoltatore, al centro assistenza Acer che si conclude come le precedenti: l’operatrice lo invita a contattare la sede centrale per sollecitare l’invio della nuova scheda madre. Anche la telefonata al call center Acer, che risponde al numero a pagamento 199.50.99.50, non dà i risultati sperati perché, pur parlando direttamente con un tecnico del laboratorio che deve fornire il pezzo, Staffelli non riesce ad aver altre informazioni se non che stanno verificando la disponibilità della parte perché purtroppo al momento non è disponibile e che si stanno informando per avere una data di consegna per questa parte di ricambio.
Non mancano le spiegazioni ufficiali dell’azienda: interviene Gianpiero Morbello, Country Manager Acer Italy, con una buona notizia “Ieri il cliente ha ricevuto il notebook riparato”. Sulle problematiche che hanno allungato i tempi di consegna, il referente ammette che: “Si sono perse le tracce nei meandri del sistema informativo – vale a dire – è stata aperta la chiamata, dopodiché il sistema informativo non dava risposta su questo caso aperto e probabilmente tutta una serie di cose, tra le quali anche il periodo di ferie, ha fatto ritardare il tutto. Quando però ieri abbiamo saputo la cosa, l’abbiamo subito sistemata”.
Tutto sembra quindi essersi risolto per il meglio se non fosse per l’e-mail che Raffaele scrive alla redazione di Al Vostro Posto nella quale racconta di aver effettivamente ritirato il notebook che, però, presenta ancora qualche problema dovuto forse ad una riparazione troppo frettolosa: che ci sia il materiale per un prossimo caso?
A cura di Miriam Carbone

Grazie a Sebastiano per la segnalazione 🙂