Legacy Blog

Ancora brogli elettorali

Ormai quello dei brogli elettorali è diventato un leitmotiv: anche Leoluca Orlando se ne dichiara vittima dopo la sconfitta a Palermo. E, così riporta il Corriere della sera, dichiara: «Abbiamo verificato – aggiungono dal comitato elettorale – l’esistenza di parecchie schede fotocopia nelle urne votate. In una stessa sezione il 25% nella schede riporta il nome dello stesso candidato scritto con la stessa mano e con una matita copiativa non fornita al seggio».
Se non ricordo male, ogni seggio elettorale è presidiato dalle forze dell’ordine. Mi domando per quale motivo, nel momento in cui qualcuno ha la certezza che si stia compiendo un broglio, non le faccia intervenire immediatamente e non sporga denuncia. Si tratta di un reato penale!
Agitarsi dopo le elezioni gridando alla congiura non è accettabile e chiedere al ministro di annullare le elezioni è semplicemente un’operazione demagogica e priva di sostanza. Questo continuo mettere in discussione la correttezza delle procedure con cui il popolo sovrano delega un gruppo di rappresentanti ad amministrare una collettività è pericoloso: non si può mettere sempre in discussione il meccanismo su cui si basa la nostra democrazia.

Technorati tags: , , ,