Legacy Blog

Walter Veltroni: videochat deludente

Veltroni stasera ha fatto una trasmissione via web in cui ha risposto a una manciata di domande poste principalmente via chat. A mio avviso non è stata una bella prova: di fatto, Uolter non ha risposto a nulla di nulla. Ha fatto solo una amabile chiacchierata con Marino Sinibaldi.
Non sono un esperto di comunicazione politica, non me ne sono mai occupato direttamente e non ho mai fatto lo spin doc. Però comincio a capire alcune dinamiche. Quella che mi è molto chiara è l’intenzione di evitare il più possibile il confronto diretto in contesti che non siano più che controllati. Prendiamo l’andamento della videochat di stasera: arrivano un po’ di domande via chat, alcune delle quali sono anche molto specifiche. Altre domande sono state raccolte su Facebook, sul blog del tour in pulmann e sui siti di alcuni quotidiani. Tra i quesiti ci dovrebbero essere anche alcuni dei video postati 10domande (ne abbiamo parlato a più riprese con gli organizzatori di Democratica.tv). Sinibaldi è bravo a selezionare solo quelle che permettono di parlare del più o del meno, di affrontare grandi temi e di non dire nulla di specifico. Insomma, di non dare risposte, ma di fare dei proclami generici così come generici sono i programmi elettorali. Il ruolo del giornalista non è quello di selezionare le cose più interessanti, ma di generalizzarle. In questo modo, la domanda sulla detraibilità fiscale delle spese per gli asili nido, diventa una domanda sugli aiuti alle giovani mamme. La domanda sulla fibra ottica diventa una domanda sulla banda larga. La domanda sulle coppie di fatto riceve una velocissima risposta che rimanda ai Cus… meglio passare subito a parlare dell’operaio della Thyssen (fortuna che non si esprimono preferenze altrimenti sulla scheda avrebbero dovuto scivere Ciro Argentino detto Thyssen) e di Marianna Madia, della quale si ribadiscono le doti di saggista (peccato che l’unico libro con il suo nome che io abbia trovato, contenga un solo capitolo vergato dalla capolista del Lazio).
Se le cose stanno così, ho idea che i quesiti di www.10domande.it non riceveranno risposte dai candidati principali: la maggior parte di esse pone delle questioni precise e specifiche che richiedono repliche altrettanto precise e specifiche.
Per questo motivo i politici non vorranno rispondere e, forse ancor più grave, i giornalisti non vorranno domandare!

Technorati tags: , , , ,