Legacy Blog

Live blogging delle elezioni: facciamo il punto

Riprendo in mano l’idea del live blogging dei risultati elettorali, che per i miei tanti impegni è rimasta un po’ ferma: da più parti mi giungono sollecitazioni a concretizzare e allora che liveblogging sia 😉

1. Presidio dei luoghi
Ci sono dalle due alle quattro posti da presidiare: Partito democratico, Popolo delle libertà, Sinistra Arcobaleno e Udc. Penso che sarebbe poco interessante andare al Viminale perché in quella sede vengono dati solamente i numeri, ma non ci sono politici o commentatori. Tenderei quindi ad escluderlo.
Abbiamo già contattato gli uffici stampa e il problema di fondo sembra essere il fatto che per accedere a una sala stampa occorre essere giornalista certificato. Questa obiezione è stata posta di fatto da tutti, salvo che dalla Sinistra Arcobaleno. Tra domani e lunedì verificheremo come superare l’impasse.
Vi vengono in mente altri posti che potrebbero essere interessanti? Avrebbe senso andare in qualche sezione di partito? Oppure c’è qualcuno che fa il rappresentante di lista e che può raccontare la cosa da dentro una sezione? O che altro ancora?
Fabio Malagnino si è detto disponibili a offrire qualche commento dal Piemonte. Magari Elena Zannoni ci può raccontare lo spoglio in quel di Lugo. E poi? Chi altri bazzica i luoghi della politica e può raccogliere impressioni, emozioni, notizie o commenti dai diretti interessati? Questo ci porta al secondo punto.

2. Contenuti
Dal mio punto di vista non ha molto senso mettersi in competizione con i giornalisti professionisti, quindi l’obiettivo non dovrebbe essere coprire la notizia in tempo reale, quanto fornire un diverso modo di guardare alla giornata. Gran parte del successo del progetto sta nella qualità dei contenuti che verranno prodotti. Molti verranno prodotti dalle persone che parteciperanno attivamente al progetto, ma nel corso della giornata si scriveranno sicuramente tantissime cose nella blogosfera: probabilmente ha senso prevedere due flussi. Ha senso cercare di fare un piano editoriale?

3. Formati, tecnologie e mash up
Sicuramente i post nei blog. Poi le fotografie che potrebbero essere aggregate su Flickr grazie a un tag (es. elezioni2008). Se riuscissimo, si potrebbero fare dei video in diretta usando Mogulus o altri servizi più semplici, come Ustream. Sicuramente si può creare un account su twitter o aggregare i twit sulla base di un tag.
L’ottimo Luca Sartoni sta facendo un po’ di fattibilità tecnica con l’obiettivo di creare un mash up che permetta di aggregare le varie fonti in modo efficace: passo a lui la palla 😉