Legacy Blog

Customer discovery. Fase 1: prodotto

La fase 1 si svolge inside the building: il team avanza una serie di ipotesi di lavoro che riguardano il prodotto, i consumatori, la distribuzione, il prezzo, la creazione della domanda, il tipo di mercato e i concorrenti.

Caratteristiche
La lista delle caratteristiche del prodotto è un documento che ne descrive sinteticamente le principali funzionalità ed è redatto dal solution team. La sfida maggiore è definire quali saranno le priorità e in che ordine saranno sviluppate.

Benefici
Quali saranno i benefici offerti al consumatore? Il prodotto è qualcosa di completamente nuovo? Oppure offre una performance migliore di un prodotto esistente? Costa di meno? Non dimentichiamo che si tratta comunque di ipotesi, perché l’assunto di base di tutto il processo è che fin tanto che non si esce fuori dall’ufficio e si incontrano i potenziali clienti, il team non sa nulla di certo di loro, delle loro abitudini o dei loro bisogni.

Proprietà intellettuale
In molti settori, le prime fasi di una startup consistono anche nel capire cosa è brevettabile e se ha senso investire del denaro per proteggere la proprietà intellettuale di ciò che viene ideato. Nell’area delle Internet startup, invece, è assai difficile che sia possibile richiedere un brevetto ed è ancora più difficile che un investitore sia disposto a finanziare il costo delle pratiche.

Analisi delle dipendenze
Le dipendenze sono fattori che influenzano il successo di un prodotto e che non sono direttamente controllabili dalla startup. Tra queste ci possono essere vincoli tecnologici, cambio di abitudini dei consumatori, nuove leggi, cambiamenti economici e via di seguito. Per ogni fattore, l’analisi delle dipendenze dovrebbe specificare cosa è necessario che accada affinché esse non ostacolino il successo della startup.

Disponibilità
Durante la customer discovery, il problem team incontrerà i potenziali clienti con l’obiettivo di convincerli a comprare il prodotto unicamente sulla base delle specifiche e molto prima che sia effettivamente disponibile. Quindi è necessario fare delle ipotesi sui tempi di realizzazione, anche se è assai probabile che esse saranno riviste più volte.

Costo totale di adozione
Spesso il costo di un prodotto per un consumatore non si limita al prezzo di acquisto. Per esempio, può essere necessario acquistare altri prodotti o servizi per farlo funzionare: se compro una macchina, devo pagare il bollo, l’assicurazione e il carburante per circolare. Oppure potrebbe essere necessario dell’addestramento o la dismissione di un prodotto esistente e via di seguito.

Una volta che queste sei ipotesi saranno state descritte, il gruppo di lavoro avrà un’idea più chiara di quello che sta cercando di fare.

Questo post fa parte di una serie: indice.